L’utilizzo di un hard disk esterno rappresenta una soluzione ottimale per archiviare i nostri file che vogliamo togliere dai dispositivi che utilizziamo ogni giorno. Cancellare infatti file pesanti come video, brani musicali e fotografie rende più veloce e più pulito da file ingombranti il dispositivo che usiamo.
Sul mercato esistono tantissimi modelli e tipologie di questi archivi digitali e questo complica non poco la scelta di chi desidera acquistarli.

Evitando spazi in cloud messi a disposizione dai provider, visto che sono raggiungibili solo entrando in Rete e con uno spazio all’inizio gratuito ma rapidamente riempito e da quel momento offerto a pagamento su abbonamento, la soluzione ideale da adottare è archiviare i file su supporti esterni come gli hard disk esterni, le chiavette USB, le unità di memoria a stato solido portatile, le SSD.

Quali sia meglio utilizzare dipende da diversi fattori come le dimensioni degli hard disk esterni da 2,5 o da 3,5 pollici.  Semplici da utilizzare sono le pennette USB collegabili direttamente ad una porta USB o un cavo al pc, sono già preformattate ma sono più lente nello storage dei file.
Invece gli hard disk esterni da 3,5 pollici sono i più voluminosi e pesanti, hanno spesso un alimentatore esterno e necessitano di una presa di corrente per funzionare. Hanno però il vantaggio di essere più veloci rispetto a quelli da 2,5 pollici e più economici anche se muoverli può essere complicato sia per lo spazio che occupano ed il peso che hanno sia perché richiedono una presa di corrente
Quelli da 2,5 pollici sono invece la scelta migliore soprattutto se vengono spostati spesso perché sono autoalimentati, piccoli e maneggevoli ed è sufficiente collegarli al dispositivo con un cavo USB per funzionare subito. Sono però più lenti rispetto di quelli da 3,5 pollici e costano un po’ di più.